`

L’Uva Migliore


Giovedì 13 dicembre ore 17:30 all’Aula Carmignani presento il video interviste “L’uva Migliore” (primo passaggio verso un documentario sull’Ateneo di Pisa). Qui un breve resoconto di come andò.

L’Uva Migliore

Mesi fa mi ha chiamato l’Università di Pisa. Mi hanno detto “vorremo raccontare il nostro mondo ma non vogliamo un promo o una pubblicità, non vogliamo nemmeno una cosa didascalica. Vai libero.”

Ho chiamato un po’ di persone (quasi tutti laureati a Pisa, tra l’altro) con cui ho lavorato in precedenza e di cui mi fido, e abbiamo deciso di fare un lavoro di ricerca per vedere se poi ci fosse spazio per un racconto o un documentario.

Abbiamo deciso di farci guidare da chi nell’università ci vive, non entrarci già con una tesi o un’idea preconcetta.

Abbiamo spedito una mail con delle domande, domande anche personali, che chiedevano della vita universitaria ma anche privata, delle proprie scelte, dei propri problemi, dei propri sogni.

All’inizio, quando abbiamo ricevuto le trecento mail di risposta, ci siamo depressi.

La maggior parte delle mail raccontavano un paese in crisi, un futuro con poche speranze, un sentimento di frustrazione: “Sto studiando per cosa, se poi non troverò lavoro?”

Poi abbiamo scelto le mail che ci sembravano più interessanti ma non necessariamente quelle più felici od ottimiste.

In questo strano modo di lavorare che abbiamo adottato non saprei nemmeno dire quale sia stato il criterio. Era come fare un brainstorming per delle storie. Puoi partire dicendo: voglio raccontare che il mondo va a rotoli o che la speranza è l’ultima a morire (faccio esempi per capirsi) o pure puoi dire: voglio una bella storia. Una storia che mi faccia ridere, commuovere, riflettere. Il senso di questa storia vorrei trovarlo dopo, non prima.

E di storie e cose ne abbiamo sentite tante in quattro giorni. Può essere che mi sia drogato di gente e di racconti, ma mi sono emozionato e stupito spesso. Forse più di tutto perchè ho incontrato persone di venti anni che avevano una consapevolezza e una maturità che io, a quell’età, mi sarei sognato.

Alla fine della settimana di interviste ero pieno di orgoglio e di fiducia.

Abbiamo imparato tante cose, ma soprattutto che la volontà di imparare ti cambia la vita, che chi non parte per questo viaggio si perde qualcosa di importante, che sì la crisi c’è, ma c’è anche l’eccellenza, che ci sono giovani con le idee molto chiare, con una forza di volontà sorprendente.

Abbiamo raccolto molto materiale, anzi troppo. Per raggrupparlo in un affresco di interviste che avrebbe diversi temi come “lo studio e la politica, vivere e convivere fuori da casa, le cose che ho imparato, l’amore all’università” e altri ancora, ci vorrebbero due ore, minimo. E due ore di interviste sono troppe.

Quindi abbiamo dovuto fare una selezione, abbiamo scelto un tema fra tutti. Quindi il video che abbiamo montato per adesso e che proietteremo giovedì all’Aula Magna Carmignani è un passaggio intermedio (di quello che si spera diventerà un giorno un documentario) e una parte di un lavoro più vasto e variegato.

Tratta un tema che potremmo definire “la sfida che la crisi comporta” o “le sfide di una generazione”. Abbiamo scelto di lavorare su questo come primo tema perchè è stata la parte più sorprendente di questo percorso: trovarsi di fronte a ragazze e ragazzi di venti anni che di fronte alle difficoltà, anzichè lamentarsi sono maturati, hanno trovato la forza di rilanciarsi, hanno accettato la sfida con intelligenza.

Speriamo che tutte queste interviste stimolino un bel dibattito, ci portino ad un nuovo scalino, in modo che prima o poi si riesca a mettere su le forze e le idee per fare un documentario sul mondo dell’ateno pisano.

Per adesso, buona visione di queste interviste, grazie a tutti quelli che ci hanno lavorato, all’Università di Pisa e agli intervistati.

Posted on
Monday, December 10th, 2012
Filed under:
All
Riflessioni.
Tags:
Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

2 Comments to “L’Uva Migliore”

Comments are closed for this article.